Piemonte Produzione vini
< INDIETRO

 

Bricco del Padrone
Monferrato Rosso D.O.C.

Uve:
Merlot (Bordeaux clone 181F) in purezza, caratterizzato da grappoli con acini molto piccoli, quindi con un rapporto buccia/polpa particolarmente favorevole; le uve vengono intensamente diradate all’invaiatura, per ottenere un carico produttivo di circa 55-60 q/ha.
Vigneto: il vigneto è caratterizzato da un suolo profondo, ricco di argille rosse molto dotate di microelementi, in grado di dare quindi uve di grande concentrazione polifenolica e quindi vini di grande forza e complessità.
Vinificazione: pigiadiraspatura, macerazione condotta per circa 12-15 giorni; dopo la svinatura ed un primo travaso, il vino perviene nei fusti, per tre quarti di rovere francese e per un quarto di rovere americano, dove svolge la fermentazione malolattica.
Affinamento: il vino permane nei fusti per un periodo di 12-15 mesi, a seconda dell’annata; un mese prima dell’imbottigliamento viene assemblato in un serbatoio di acciaio per le operazioni di finissaggio finale; dopo l’imbottigliamento si affina in vetro per ulteriori 8 mesi.

Caratteristiche organolettiche
Colore: rosso rubino con venature porpora, denso e compatto fino a bordo bicchiere
Profumo: ampio, fine, di grande complessità, si possono cogliere note di mora matura, liquirizia dolce, cioccolato e tabacco
Gusto: pienissimo ed armonico, morbido, di grande lunghezza ed eleganza
Accostamenti gastronomici: la particolare forza e struttura polifenolica del vino lo rendono idoneo ad accostamenti con cibi importanti come carni a fibra forte (selvaggina di pelliccia), preparazioni con tartufo, formaggi di lunghissima stagionatura (Pecorino di fossa, Parmigiano reggiano 36 mesi, Castelmagno, Bettelmatt)
Temperatura di servizio: 18 °C in ampi calici.